26 luglio 2006

Sovrabbondante


Come la frutta matura. Come il profumo che emana dai rami, quando ti ci immergi per raccoglierla. Rami che si flettono, carichi. L'albero è avvolto da rose rampicanti. La frutta gronda resina e zucchero, è d'oro. Nuvole di zanzare nel crepuscolo torrido. I rami, come liane, coprono il tetto. Entro nell'albero e mi ci perdo.

Mappa avvistamenti:
Imprevisto 3 - Alberi scritti
Controcanto
Imprevisto 9 - Saša
Sguardo 2 - Bacolino

3 commenti:

guiro ha detto...

Unico commento per
tutta la bellezza
delle tue tracce in rete
Tutto parla di te,
e in te mi riconosco
finalmente, dal fine trebuchet
ai lineamenti fotografici
di chiaro stile, sottili
come le parole che doni
a mantello
sempre più dentro
dentro le parole
il cuore, il tempo,
i pensieri, i ricordi,
alcuni miei pensieri
stessi, riflessi di note
bibliografiche puntuali
e tue belle semplici poesie
di vita, perfetta, Brava!

notedibordo ha detto...

Per guiro
Grazie per essere passato! Non mi preoccupo dei pochi commenti, spero solo che le mie righe e le mie immagini possano lasciare qualcosa a chi le incontra.

Daniele Marioli ha detto...

Beh, sicuramente ti piace la natura!