02 agosto 2006

Sguardo 2 - Bacolino


Pensate ad un uomo che per tutta la vita si dedica ai campi. Un uomo attivo, intraprendente, con un acuto senso degli affari; ma senza la natura e i suoi ritmi si sentirebbe perso. Un uomo umile e forte che sa vedere, conoscere, amare ogni piccolo essere in essa contenuto. E quando guarda la frutta, così - fin troppo - bella e aromatica, al culmine della sua maturazione, sa che a un certo punto non gli apparterrà più. Non avanza pretese e lascia spazio: destino è che vi abiti il bacolino.

Mappa avvistamenti:
Imprevisto 3 - Alberi scritti
Controcanto
Imprevisto 9 - Saša
Sovrabbondante
Sguardi

4 commenti:

Fra ha detto...

Non so come, però nelle tue parole leggo un quanche cosa che mi porta ad innamorarmi della natura e delle sue piccole, quotidiane magie.

Un avvenimento, detto per inciso, sinceramente quotidiano.

notedibordo ha detto...

Che bello, grazie, spero diventi realtà.

RagaDifettoso ha detto...

Il bacolino, da verme schifoso a piccolo ambasciatore della natura, intuizione di un ordine, tassello d'Infinito; da nemico estraneo a parte di me

notedibordo ha detto...

Un piccolo miracolo...