09 maggio 2007

Vuoti di memoria


(i misteri)

La signora Maria ha un piede gonfio: quel vaso di fiori non doveva cadere, e non doveva cadere proprio lì, ma la signora Maria l'aveva voluto spostare e poi le era scivolato dalle mani dritto sul piede. La signora Maria non ne ha fatto un dramma, anzi continua a passeggiare in bicicletta, così dice mio padre, prima o poi il gonfiore passerà. La signora Maria ha circa settant'anni, abita in paese, e prima di andare in pensione era infermiera all'ospedale. Una signora in gamba, che lavora sempre in giardino, tra i suoi fiori, ma tra le tante Marie che conosco non riesco a individuarla, e sì che il paese non è grande. Eppure dovrei ricordarmela, dice mio padre, l'avrò vista, chissà quante volte. Ad esempio faceva l'infermiera, c'era anche lei con l'ostetrica quando sono nata io.

(dell'imprinting)

9 commenti:

Il Conte ha detto...

...che ingrata!!!!
se c'era quando sei nata dovresti ricordartela!!!!
eh... non si fanno queste cose!!!

ciao

Fra ha detto...

Magari succede come quelle volte che stai parlando di tutt'altro e salti su come se il tuo interlocutore capisse ciò che dici ed esclami: "Sì, ora me la ricordo".

La signora Maria, beninteso.

notedibordo ha detto...

il conte: al momento dovevo essere molto distratta, chiedo scusa alla sciura Maria :-)

fra: credo che incontrerò la signora Maria al prossimo corto circuito spazio-temporale (li vado cercando).

francesco ha detto...

magari, anche se non la ricordi, una traccia, o un'orma, l'ha lasciata lo stesso :-)
(ah, misteri dell'imprinting)

notedibordo ha detto...

francesco: magari se la incontro per strada la riconosco.

la rochelle ha detto...

perfetto il rapporto tra quello che scrivi e quello che fotografi... equilibrio ammirevole direi

apepam ha detto...

Che bel nome Maria.. come quello della mia nonnina!
:-)
1bacio!!

notedibordo ha detto...

la rochelle: quale onore, maestro Pietro! con le armonie non scherzi neanche tu, a quanto pare :-)

notedibordo ha detto...

apepam: mi fa piacere! Un sorriso a te.