03 maggio 2007

Salire


(sin qui)


(da ora)


(sulle ali)


(di te stesso)

Verso un infinito che - oggi - ti attraversa e ti contiene.

(prove di volo)

10 commenti:

Santiago ha detto...

ALL TOGETHER:

(Mim)
Salirò
Mim7 Dom7
Salirò
Sim7 Lam7
Tra le rose di questo giardino

.....

marchino ha detto...

Verso un infinito ma con i piedi (leggi radici) ben piantati nel terreno...

Il Conte ha detto...

l'ultima foto in basso è davvero bella...
complimenti...

ciao

notedibordo ha detto...

santiago: dov'è la chitarra? :-)

marchino: un paradosso straordinario, vero? Più hai radici, più cresci e voli in alto. PS. Il camp è andato bene, a quanto ho visto!

il conte: grazie! Anche se tecnicamente non è la migliore, ha un po' troppa luce.

Daniele Marioli ha detto...

Ciao! come sempre i tuoi pensieri volano alto..
Anche a me piace l'ultima foto... Il bagliore del cielo sullo sfondo secondo me aiuta molto a spiegare il senso di infinito che reciti nella tua poesia. correggimi, ma credo che l'effetto sia voluto... e se è quello che volevi, tecincamente è la migliore.
Ciao!!

notedibordo ha detto...

daniele: grazie, sono contenta che il bagliore dia questa suggestione: nella foto mi premeva suggerire l'atmosfera sospesa, la sensazione di silenziosa vastità creata dagli alberi. L'aspetto tecnico da migliorare a cui mi riferivo sono alcune interferenze blu sui tronchi, probabilmente date anche dal controluce (confermi?).

Daniele Marioli ha detto...

beh.. la diffusa luce azzurognola c'è, probabilmente dovuta alla diffusione della luce tra l'aria umida che doveva esserci in quel momento tra le piante, e poi portata in evidenza dalla sovraesposizione, quindi hai ragione. per rimediare ci sono dei filtri ma non li conosco bene, il più diffuso è un semplice skylight, aiuta a diminuire la dominante azzura.
Grazie a te Fede!

marchino ha detto...

Sì, insomma, bene, potevo essere un po' meno orso e parlare con qualcuno in più ma anche solo aver conosciuto Eìo, Placida, Sonetti, Arsenio Bravuomo è stato interessante

sombras(mi foto) ha detto...

Preciosas fotos de los árboles, sobre todo la última con las raices como nervios sobre la tierra.
Saludos.

notedibordo ha detto...

daniele: le tue osservazioni sono preziose e puntuali, in effetti c'era luce diffusa e umidità quel giorno, c'era un po' di sole tra le nuvole ma stava per piovere :-)

marchino: che bellezza, sono proprio contenta. Probabilmente se ci fossi andata anch'io mi sarei fermata ad osservare - ascoltare - curiosare in quel piccolo mondo in fermento, per poi, chissà, entrarvi e interagire.

sombras (mi foto): grazie e benvenuta! Il tuo commento ha dato una nuova e bella lettura all'immagine. A presto!