10 novembre 2006

Di tramonti e di altre storie


Tra le spine della terra
qualcuna ti punge
e solleva alto
il tuo grido.
Lo fa per regalarti
in silenzio
un abbraccio insperato
di cielo.

Tag: ,

9 commenti:

Fra ha detto...

Come posso commentare?tutto è così perfetto...

apepam ha detto...

Anche tra la foto e queste parole sembra esserci un abbraccio..
Buon w.e. Federica!

notedibordo ha detto...

fra... è bello il tramonto...

apepam, grazie, oh che sorpresa le tue parole... Buon fine settimana anche a te...!

Daniele Marioli ha detto...

Ciao!!
Cogliere le tue parole è sempre un piacere, il tuo messaggio è positivo, ma vedo una vena di amarezza... "un abbraccio insperato"... tocca il cuore..
Ciao!!

notedibordo ha detto...

Grazie!! Ha un po' il senso del pianto e dell'emozione liberata e liberante, è il dolore - o il buio - che si schiude in un filo di luce o in un sorriso, in una promessa o in una speranza che il cuore non si deve nascondere, mai.

notedibordo ha detto...

daniele, non l'ho scritto, ma il commento precedente era per te! Una vena di amarezza, uno sguardo dentro, forse una lacrima, faccia a faccia con le emozioni... e poi via, si riparte verso la luce!

Daniele Marioli ha detto...

Quanto hai ragione!!
Inutile, stupido(scusa la parola),
e demoralizzante chiudersi in guscio senza emozioni apparenti, una lacrima o un sorriso hanno lo stesso valore, le emozioni ci rendono uomini. veri. grzie a te e a presto!

cancer ha detto...

nice colours!!
nice composition!!

notedibordo ha detto...

daniele, è proprio vero, anche se è difficile. A presto!

cancer, thank you! Welcome!