12 febbraio 2007

Sorpreso


Come un saluto.

L'occhio rosso-arancio
è un frutto
nato da spine,
profuma di vita e di terra.
Nel suo nodo
scioglie i miei
e mi sorprende.

Delicato e misterioso come una nuova nascita. Profondo come l'infinità dentro il limite. Udito, gustato, veduto come un essere amato.

6 commenti:

apepam ha detto...

ma che bello....
Splendida foto!
ciao federica :-)

Guja ha detto...

oggi più che mai quell'occhio mi ha trafitto, le sue spine mi hanno fatto soffrire come al solito..
ciao fede ti mando un saluto e un bacio!!

Daniele Marioli ha detto...

Oh!! ciao!!
Una foto intricata per una poesia semplice e dolce...
Bella!
Ciao Fede!!

notedibordo ha detto...

apepam: grazie, questa inquadratura mi ha rasserenato.

guja: spero che da quelle spine possa nascere la scelta della tua strada...

daniele: i nodi sono intricati e dolorosi ma, a volte, nascondono già in sé qualcosa che aiuta a scioglierli. Buongiorno!

Fra ha detto...

Fra le spine è difficile passare. Però a volte è l'unica strada per riuscire a trovarla, quella via.

notedibordo ha detto...

fra: che fatica, ma ne vale la pena. :-)