15 settembre 2006

Sguardo 8 - Igor


Lui è l'amico del giovane melo. Uno strano gatto, Igor, che qui sembra una sfinge e invece è un po' gobbo. Ho voluto inserire anche lui, tra gli Sguardi. Un momento di leggerezza che però racconta una piccola storia. Quando è approdato alla sua attuale casa era già adulto, forse abbandonato. Troppo aggressivo: una tigre che si avventava sui padroni e su tutti gli esseri viventi che respiravano nelle vicinanze. Poi ha trovato una nuova famiglia, dove si è insediato mostrandosi viziato, schizzinoso e assolutamente arrogante. Un animale il cui istinto è talmente potente da incutere timore. Però è riuscito a conquistarla, questa nuova famiglia, che a sua volta l’ha appena appena addolcito. Ma guai ad avvicinarlo, se non lo conosci. Igor è un po’ gobbo, perché ne ha date tante, ma ne ha anche prese, soprattutto ultimamente. Fa tenerezza questo gatto, ormai più che adulto, con gli occhi magnetici, la zampa poderosa, il miagolio ridotto a un soffio e l'insaziabile desiderio di cibo e affetto.

Tag: , , ,

Mappa avvistamenti:
Sguardi

8 commenti:

Fra ha detto...

Hai descritto Tintoretto, il mio amato/odiato gatto.

Igor e Tintoretto farebbero un bel duo di amici...

Daniele Marioli ha detto...

La natura selvaggia e misteriosa dei gatti, un'indole antica vive in questi felini, assolutamente magnetici nello sguardo, affascinanti nei muovimenti, scaltri, predatori innati, quasi feroci, ma che ogni tanto ci regalano la possibilità di lasciarsi accarezzare.
Un saluto a te e al tuo micione! occhio alle unghie!

notedibordo ha detto...

fra, potrebbe essere un bell'esperimento! Già l'associazione dei nomi è interessante! :-)

daniele, è vero, è proprio così. Ecco perché i gatti - soprattutto quelli indomabili - pur essendo aninali (quasi)domestici attraggono e colpiscono profondamente l'immaginazione.

la rochelle ha detto...

votate per igor e tintoretto, protagonisti del nuovo romanzo di fra ;-)

notedibordo ha detto...

la rochelle, perché no? :-) Buongiorno!

Anonimo ha detto...

Abbandonato perchè non conforme, salvato dall'Incontro, lui, un animale!
Respinto dall'indifferenza, dalla convenienza, dalla ragione.
Accolto dall'Amore per quello che era, quell'Amore lo ha salvato, e lo ha cambiato, lentamente e inesorabilmente.
Non più solo rissoso indomito ribaldo, ma anche tenero membro di una famiglia, oltre che padre adottivo di gattini abbandonati...
L'Amore è l'incontro che salva, anche Igor.

Il giovane Melo

apepam ha detto...

io ho paura dei gatti.... e loro lo sentono!
:|
1bacetto

notedibordo ha detto...

giovane melo, Igor è stato fortunato ad incontrarvi... e non solo lui...

ape, è vero, gli animali hanno una sensibilità eccezionale e sentono anche la paura... ricordo quando hai parlato dei cavalli...