24 agosto 2006

Silenzio


Non l'ho mai vista così viva, la pieve romanica. Dentro, la brezza di un silenzio buio, tra le colonne con capitelli abitati da creature misteriose e simboliche, mostri e animali fermati nella pietra. L'ombra è appena scalfita dalla luce gialla di strette finestre verticali. I resti di affreschi si staccano dal fondo come mute presenze. Fuori, oltre la porta che si staglia in controluce, si gioca a palla. Voci di ragazzini rimbombano fin dentro, con chiasso vivace. Non rompono il silenzio, perché il silenzio che ho trovato è reale e fecondo, respira di vita, è presente. All'ingresso, appena oltre il buio, un artista ha steso teli dipinti, a indovinare la soglia tra l'ombra e la luce, dentro lo stesso silenzio unificante e pulsante di vita.

Mappa avvistamenti:
Attraverso
Sera in città
Contrasto
Variazioni in verde
Soglia

2 commenti:

Daniele Marioli ha detto...

Trovo questo racconto molto "elegante" e poi mi piace molto anche la foto..
Hai mai pensato di scrivere un libro?..

notedibordo ha detto...

Grazie davvero... Penso di dover maturare ancora molto. Non oso pensare a un libro, però, a volte, si affaccia il desiderio di trovare una forma di espressione davvero valida...