16 agosto 2006

A volte basta


Se qualcuno ti mostra una farfalla, non è per dimenticare il mondo e le sue tragedie. Non è un salto nell’irrealtà, stupirsi di un volo leggero e vulnerabile. Non è segno di debolezza, seguire con l’occhio un colore che ha breve vita. A volte basta una farfalla, a superare l’invadenza del rumore. A volte basta una farfalla, per svelare la profonda verità del silenzio. A volte basta una farfalla, per dire che la vita non smetterà di preparare le sue meraviglie. A volte basta una farfalla, per credere alla bellezza e alla speranza, nel dolore. Se lungo i millenni, dentro i meccanismi segreti della natura, qualcuno si è preso tanta briga per disegnare le sue ali o il tuo volto, a volte basta una farfalla per dirti chi sei.

4 commenti:

Daniele Marioli ha detto...

A volte basta proprio poco..
E per un'istante si è liberi.

notedibordo ha detto...

per daniele
Spesso la natura ci parla per suggerirci queste emozioni vere. Se solo fossimo più capaci di ascoltarla... Grazie, buona giornata e... buon ascolto!

Daniele Marioli ha detto...

Vedo che spesso le tue parole traggono ispirazione dalle voci della natura... o sbaglio?
Mi piace davvero molto questo tuo "filone" ( scusa se lo chiamo così) poetico.. Ascoltare la natura o semplicemente prestargli una piccola attenzione in più, può davvero regalare molto, allo spirito, e al cuore.
Ci si sente!

notedibordo ha detto...

Sì, hai proprio ragione, spesso è la natura a suggerirmi le emozioni. La natura ha un suo volto solare od oscuro,che cela sosprese e misteri, fa intuire lo svolgersi della vita a volte gioioso e a volte tragico. Ciò che mi colpisce è il contrasto, anzi la fusione tra la bellezza più sorprendente e la necessità della pura sopravvivenza.