07 agosto 2006

Sguardo 3 - Eva


Sarà stata un'impressione, un'intuizione, più probabilmente la realizzazione di un desiderio. Ricordo la sensazione netta di un volto bellissimo e antico, così femminile da apparire ancestrale, archetipico. Un volto superbamente femminile. I tratti asiatici, vicini a quelli vietnamiti. Il viso sottile un poco incavato, un poco sofferto. Le labbra leggermente pronunciate, dal disegno netto. Il colorito appena olivastro. I capelli neri, lunghi e lisci, con un lieve movimento. Gli occhi scuri, profondi. Colpita dal volto, non posso ricordare la voce e l'abito. In questo incontro casuale tra i turisti di Venezia, avrei volentieri riconosciuto il volto di Eva.

Mappa avvistamenti:
Sguardi

7 commenti:

Fra ha detto...

Ciao, fede... tornerò a trovarti a fine mese. Cerco di farmi trasportare dal vento per 2 settimane :-)...

Buon agosto.

notedibordo ha detto...

Grazie e altrettanto a te, ci risentiamo al prossimo incrocio di rotte...

Daniele Marioli ha detto...

Ciao!!
Ho scoperto il tuo blog e lo trovo meraviglioso.
Poetico, illusorio, parole concentrate nell'essenza della descrizione, non fine a se stessa, ma sentita e passionale.
complimenti!

notedibordo ha detto...

per daniele
Benvenuto a bordo! Qui si intrecciano parole e immagini, istanti di bellezza che la realtà sa regalare. Si prova a coglierli, umilmente... Ed è bello incontrare chi condivide la strada.

Daniele Marioli ha detto...

Ciao!!
noto che fra i tuoi luoghi preferiti compaiono posti come Firenze, Bonifacio, Roccia dell'orso(sardegna giusto?)..
In quanti altri luoghi come questi è possibile trovare delle autentiche meraviglie?,civiltà e natura si fondono, e regalano ben di più che qualche semplice foto..
ciao!!

Silio D' Aprile ha detto...

notedibordo, ecco il mio articolo-rubrica su saggi di Giorgo Agamben e sulla guerra a Libano, al quotidiano "Eleftherotipia": http://www.enet.gr/online/online_text/c=113,id=44471068
spero che ti fara' piacere (in greco...), con sorriso Silio

notedibordo ha detto...

per daniele
È proprio vero... E a volte si scoprono bellezze anche nei luoghi meno frequentati. La foto diventa una traccia viva, il cui valore (e scommessa) è quella di continuare a scatenare emozioni che l'osservatore può condividere.

per silio
Grazie! Mi sono attrezzata con un traduttore...